venerdì 17 ottobre 2014

CROLLANO LE BORSE…L’EUROPA BRUCIA!






Ieri per l’ennesima volta all’improvviso è stato affascinante, bruciavano soldi ovunque, le borse erano in fiamme, miliardi di euro e dollari andavano in fumo.
Ragazzi, suvvia non brucia nulla in borsa, nella finanza al limite…
TUTTO SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE, TUTTO SI TRASFERISCE DA UNA TASCA ALL’ALTRA!
Padoan probabilmente all’oscuro della svalutazione programmata della Borsa Italia che l’ha portata ad essere la terza borsa più SOTTOVALUTATA al mondo, al termine della conferenza stampa si è espresso così…
“La verità è che i mercati stanno scontando un eccesso di euforia, si era andati aldilà di quanto l’andamento dei fondamentali giustificasse”.
Ma certo i titoli di stato invece no vero, non stanno andando al di la dei fondamentali, no quelli riflettono lo splendido lavoro del governo italiano, no quello della banca centrale.
Ma ovviamente la colpa è del petrolio, dell’ebola, del toni, del bepi e della Grecia, si il più grande successo dell’euro…
Ma lasciamo da parte questi particolari è occupiamoci di quello che è accaduto ieri ai tassi in America senza dimenticare che le previsioni generali sui titoli a 30 anni erano per un livello tra il 4 e il 4,5 % alla fine di quest’anno…
Immagine.4


















Credo fosse il 3 ottobre dello scorso anno quando mentre le grandi banche d’affari e il mondo intero suggeriva di fuggire dalla terra promessa, dai tesori d’America all’improvviso …


MACHIAVELLI E L’UOVO DI COLOMBO!